AVVISI PARROCHIALI


SAN PROSDOCIMO, PRIMO VESCOVO
PATRONO PRINCIPALE DELLA DIOCESI
Avvisi dal 07 al 14 Novembre 2021

SAN PRODOCIMO

C enni storici: Il nome di Prosdocimo per quanto oggi poco frequente, denunzia immediatamente una provenienza veneta, e in particolare patavina. E questo perché il Santo viene onorato, dalla tradizione, come il primo Vescovo di Padova, Patrono della città euganea, e anche, secondo la opinione di vari studiosi, probabile evangelizzatore di tutta la Venezia occidentale.
Anche la più bella immagine di San Prosdocimo venne dipinta da un padovano, il grande quattrocentista Andrea Mantegna. Fa parte di un polittico intitolato a Santa Giustina, altra celebre Martire di Padova, che si trova attualmente nella Pinacoteca di Brera, a Milano. In questo, San Prosdocimo appare con il tipico attributo della brocca, simbolo della sua infaticabile attività di battezzatore.
Il significato etimologico del nome di Prosdocimo è molto bello, perché in greco significa ' atteso '. Si può dire che San Prosdocimo, primo Vescovo di Padova, fu veramente l'atteso di quella città ancora pagana, nella quale sarebbe stato inviato dallo stesso San Pietro, dopo la consacrazione episcopale.
Nella dolce plaga euganea, San Prosdocimo avrebbe compiuto prodigi e miracoli, che una tardiva Leggenda descrisse con evidente libertà d'immaginazione. A volte, però, gli scarni documenti sono più eloquenti delle ridondanti leggende. È il caso di San Prosdocimo, per il quale, dopo la morte, si trova citata, fuori delle mura di Padova, una Ecclesia Sancti Prosdocimi, nota più tardi come basilica di Santa Giustina, una delle più belle della città. La gloria di San Prosdocimo sarebbe stata infatti Santa Giustina, festeggiata il 7 ottobre. San Prosdocimo l'avrebbe convertita, e la donna cristiana seppe mantenere intatta la sua fede, affrontando il martirio nella persecuzione di Nerone. Il Vescovo di Padova, invece, fu risparmiato, non si sa bene né come né perché. Giunse al termine naturale della sua vita, carico di meriti e di anni, amato come padre, venerato come Santo: San Prosdocimo, che in greco vuol dire ' l'atteso '.

LITURGIE

Dom. 07 SOLENNITÀ di SAN PROSDOCIMO,
VESCOVO E PATRONO PRINCIPALE DELLA DIOCESI
S. Messa 9.30: partecipano i catechisti del nostro Vicariato
S. Messa 11.00: Battesimo di Giulia Rodeghiero e Mattia Cunico

Mar. 09 DEDICAZIONE DELLA BASILICA LATERANENSE
Merc. 10 San Leone Magno, papa e dottore della Chiesa
Giov. 11 San Martino di Tours, vescovo
- ore 16.00 - 18.00 Adorazione Eucaristica.
Ven. 12 San Giosafat, vescovo
Sab. 13 Santa Maria in sabato
S. Messa festiva del sabato: ore 18.00

Dom. 14 33^ DOMENICA del TEMPO ORDINARIO
V GIORNATA MONDIALE DEI POVERI
- ore 9.30: S. Messa di Ringraziamento per i doni della terra

INCONTRI

Merc. 10 - ore 20.45, in Canonica, Gruppo Liturgico. Per riflettere
insieme sui Vangeli della Domenica e sulla Liturgia.
Giov. 11 - ore 20.30, in Patronato, 2° incontro del percorso di formazione per i Fidanzati. 'Ci raccontiamo la nostra storia'
Ven. 12 - ore 20.45, in Patronato, si riunisce il Gruppo Giovanissimi
- ore 18.00, in Patronato, Incontro per i ragazzi dell'Iniziazione Cristiana di 1^ Media
Sab. 13 - ore 14.30-16.00, in Patronato, Incontro per i ragazzi dell'Iniziazione Cristiana di 5^ Elementare
- ore 16.00 in Patronato, Incontro per i ragazzi dell'Iniziazione Cristiana di 4^ Elementare
- ore 19.00-19.30, in Patronato, incontro di presentazione del
percorso di formazione per gli animatori

PERCORSO DI FORMAZIONE PER GIOVANI ANIMATORI

Per poter ripartire con i campi scuola in Malga Dosso di Sopra la prossima estate, occorre avere un gruppo di animatori formati che possano seguire i ragazzi con responsabilità, per farli crescere come ragazzi/e e come cristiani.
Per questo, aspettiamo tutti i giovani dalla III superiore in su, che desiderano donare un po' del loro tempo per gli altri e a cui piacerebbe essere animatori ad un turno in Malga Dosso di Sopra durante l'estate Sabato 13 Novembre, alle ore 19.00 in Patronato, per un breve incontro di presentazione del percorso di formazione proposto per loro.
Il VANGELO della SOLENNITÀ di SAN PROSDOCIMO

I quel tempo, gli undici discepoli, andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro fissato. Quando lo videro, gli si prostrarono innanzi; alcuni però dubitavano. E Gesù, avvicinatosi, disse loro: «Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo». Mt. 28, 16-20

Gesù compie un atto di enorme, illogica fiducia in persone che dubitano ancora. Non rimane ancora un po', per spiegare meglio, per chiarire i punti oscuri. Ma affida il suo messaggio a gente che dubita ancora. Non esiste fede vera senza dubbi. I dubbi sono come i poveri, li avremo sempre con noi. Ma se li interroghi con coraggio, da apparenti nemici diverranno dei difensori della fede, la proteggeranno dall'assalto delle risposte superficiali e delle frasi fatte. Gesù affida il mondo sognato alla fragilità degli Undici, e non all'intelligenza di primi della classe; affida la verità ai dubitanti, chiama i claudicanti ad andare fino agli estremi della terra, ha fede in noi che non abbiamo fede salda in lui. A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra... Andate dunque. Quel, dunque è bellissimo: dunque il mio potere è vostro; dunque, ogni cosa mia e anche vostra: dunque sono io quello che vive in voi e vi incalza. Dunque, andate. Fate discepoli tutti i popoli... Con quale scopo? Arruolare devoti, rinforzare le fila? No, ma per un contagio, un'epidemia di vita e di nascite. E poi le ultime parole, il testamento: Io sono con voi, tutti i giorni, fino alla fine del mondo. Con voi, sempre, mai soli. Gesù non è andato lontano o in alto, in qualche angolo remoto del cosmo, ma si è fatto più vicino di prima. Se prima era insieme con i discepoli, ora sarà dentro di loro. Non è andato al di là delle nubi, ma al di là delle forme. È asceso nel profondo delle cose, nell'intimo del creato e delle creature, e da dentro preme verso l'alto come forza ascensionale verso più luminosa vita: «Il Risorto avvolge misteriosamente le creature e le orienta a un destino di pienezza. Gli stessi fiori del campo e gli uccelli che egli contemplò ammirato con i suoi occhi umani, ora sono pieni della sua presenza luminosa» (Laudato si', 100).
Chi sa sentire e godere questo mistero, cammina sulla terra come dentro un tabernacolo, dentro un battesimo infinito.


In occasione della Commemorazione dei defunti, dalle offerte per i cartellini dei defunti, sono stati raccolti ? 1421,63. I soldi saranno destinati alle missioni.



+ RICORDIAMO I NOSTRI MORTI NELLA CELEBRAZIONE DELLA MESSA


Lun. 08 - 1800 Carli Giovanni, Casagrande Maria e figli def.ti + Costa Gianfranco, Marialida e def.ti fam. Costa + Lobbia Domenico, Francesca e def.ti fam. Lobbia + Bonato Domenica (Nina) e Giovanna (Santina) + Ermanno Olmi + Cappelletti Renato e def.ti fam, Cappelletti + def.ti fam. Pangrazio + Lina, Lucia e Carli Cristiano + Rigoni Leonardo e def.ti fam. Bonomo e Rigoni

Mar. 09 - ore 8.30 Mario e Rigoni Giampietro (stern) + Rela Catinela + Serafino e def.ti fam. Stella e Pertile + Gios Domenico, Claudio e def.ti fam. Gios- ore 18.00 Bruna e Cristiano + Rodeghiero Agnese e Costa Francesco Matteo + Carli Delio, Pietro, Antonio e Stella Diomira

Merc. 10 - ore 8.30 Giorgio, Mariano, Flavio ed Antonio + Rigoni Giacomina, Giuseppe, Rosina, Giuseppe, Enzo e def.ti fam. Rigoni, Mosele, Marini, Pertile e Catania + Basso Pia, Vittorio e De Luca Rita- ore 18.00 7° Pesavento Laura + Piergiovanni, Mario, Rosa e def.ti fam. Rigoni e Benucci + Biondi Enrico + Graziella e Gianpaolo + Mario, Pina, Gianni, Carla, Battista, Enrica, Lino, Alberto e Loredana

Giov. 11 - ore 8.30 Frigo Fortunato, Giovannina, Lino, Gigetta ed Ada + Franco e Giuseppina + def.ti fam. Dalla Sega e Vellar - ore 18.00 Carlesso Lina + def.ti fam. Nosotti

Ven. 12 - ore 8.30 Barbierato Sante, Maria, Gabriella e Adelina + Rigoni Valentino e def.ti fam. Rigoni + Cortese Battista + Stella Maria, Domenico e def.ti fam. Rigoni e Stella - ore 18.00 Giovanni, Paganin Dolores, Vescovi Marina, Bonacina Andrea e def.ti fam. Paganin, Vescovi e Carli + per le amiche dell'associazione 'Vola' che ci hanno lasciato

Sab. 13 - ore 8.30 Facchinetti Domenico e Paganin Caterina + def.ti Contrada Bosco + Gilda Monaco


Per CELEBRARE il SACRAMENTO del PERDONO

Si trova un sacerdote in Duomo mercoledì, venerdì, sabato: ore 9.15-10.30