Home » AVVISI ORARI MESSE

AVVISI ORARI MESSE

 DOMENICA di PASQUA  RISURREZIONE del SIGNORE Dal 01 al 08 Aprile 2018

RISURREZIONE…

 

Quando vedrai la tempesta schiantare la foresta, e i terre­moti scuotere la terra, e il fuoco bruciare la tua casa, di’ a te stes­so: credo che la foresta si rifarà, la terra tornerà nella sua immo­bilità e io ricostruirò la mia casa. Quando il peccato ti stringerà alla gola e ti sentirai soffocato e finito, di’ a te stesso: “Cristo è risorto dai morti e io risorgerò dal mio peccato”. Quando la vecchiaia o la malattia tenterà di amareggiare la tua esistenza, di’ a te stesso: “Cristo è risorto dai morti e ha fatto cieli nuovi e terra nuova”. Quando vedrai tuo figlio fuggire da casa in cerca di avven­tura e ti sentirai sconfitto nel tuo sogno di padre o di madre, di’ a te stesso: “Mio figlio non sfuggirà a Dio e tornerà perché Dio lo ama”. Quando vedrai spegnersi la carità attorno a te e vedrai gli uomini come impazziti nel loro peccato e ubriacati dai loro tradi­menti, di’ a te stesso: “Toccheranno il fondo, ma torneranno indietro perché lontano da Dio non si può vivere”. Quando il mondo ti apparirà come sconfitta di Dio e senti­rai la nausea del disordine, della violenza, del terrore, della guer­ra dominare sulle piazze e la terra ti sembrerà il caos, di’ a te stesso: “Gesù è morto e risorto proprio per salvare e la sua sal­vezza è già presente tra di noi”. Quando tuo padre o tua madre, tuo figlio o tua figlia, la tua sposa, il tuo amico più caro, ti saranno dinanzi sul letto di morte e tu li fisserai nell’angoscia del distacco, di’ a te stesso e a loro: “Ci rivedremo nel Regno, coraggio”.

Questo significa credere nella Resurrezione.

 

Una Santa e gioiosa Pasqua care famiglie, cari fratelli, piccoli e grandi!

 

don Roberto, don Erick, don Gianni, don Valentino, don Giancarlo, don Gnana 

 

LITURGIE

 

Dom.   01     DOMENICA di PASQUA 

                        nella Risurrezione del Signore 

                        SS. Messe ore 7.30 - 9.30 - 11.00 - 12.00 -17.00 - 18.00 - 19.00

Lun.    02     Lunedì di Pasqua 

SS. Messe ore 8.30 – 11.00 – 18.00

-ore 12.00, battesimo di Marco Toso  

Merc.   04      - ore 16.00-21.00, Chiesetta Patronato, Adorazione Eucaristica

 

Dom.   08     DOMENICA 2ª di PASQUA 

                        della Divina Misericordia - Ottava di Pasqua 

- SS. Messe ore 7.30 – 9.30 – 11.00 – 17.00 – 18.00

- ore 11.00, Battesimo di Pietro Rigoni, Emma Rela

           

INCONTRI        

 

Lun.    02        - ore 20.15, Chiesetta Patronato, Rinnovamento nello Spirito 

Merc.  04        - Riprenderemo il Gruppo Liturgico mercoledì 12 aprile

Giov.   05        - ore 18.30, in Patronato, incontro Cammino Cresima  

                       - ore 20.30, in Patronato, attesi i genitori dei ragazzi che celebreranno il Sacramento del Perdono il 14 aprile  

Ven.    06        - ore 15.00, in Duomo, sono attesi i ragazzi che celebreranno il Sacramento del Perdono il 14 aprile  

                       - ore 20.30, in Patronato, Gruppo Giovanissimi

          - ore 20.45, in Patronato, incontro con i genitori, padrini e madrine dei bambini che saranno battezzati nel mese di Aprile o Maggio  

 

O Signore risorto,

donaci di fare l’esperienza delle donne il mattino di Pasqua. Esse hanno visto il trionfo del vincitore,  ma non hanno sperimentato la sconfitta dell’avversario. Solo tu puoi assicurare che la morte è stata vinta davvero.  Donaci la certezza che la morte non avrà più presa su di noi. Che le ingiustizie dei popoli  hanno i giorni contati. Che le lacrime di tutte le vittime della violenza e del dolore saranno prosciugate come la brina dal sole della primavera. Strappaci dal volto, ti preghiamo, o dolce Risorto, il sudario della disperazione  e arrotola per sempre,  in un angolo, le bende del nostro peccato. Donaci un po’ di pace. Preservaci dall’egoismo. Accresci le nostre riserve di coraggio. Raddoppia le nostre provviste di amore. Spogliaci, Signore, da ogni ombra di arroganza. Rivestici dei panni della misericordia, e della dolcezza. Donaci un futuro pieno di grazia e di luce e di incontenibile amore per la vita. Aiutaci a spendere per te tutto quello che abbiamo e che siamo  per stabilire sulla terra  la civiltà della verità e dell’amore  secondo il desiderio di Dio. Amen.

Don Tonino Bello

Il Vangelo della DOMENICA di PASQUA

I

 

l primo giorno della settimana, Maria di Magdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte.  Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti. (Gv 20, 1-9)

 

 

È presto ed è ancora buio, ma quello, Gesù, era veramente il primo giorno della settimana, il giorno in cui la storia dell’umanità prende una svolta nuova, inimmaginabile. La morte non ha potuto tenerti a lungo fra le sue braccia: la pietra che ostruiva il tuo sepolcro ora è rotolata via, è stata tolta e con essa ogni tentativo di bloccare la tua missione, di toglierti di mezzo, di chiudere per sempre il capitolo nuovo che tu hai offerto ad ogni creatura. Coloro che ti hanno amato, come Maria Maddalena, 

non hanno più un morto su cui piangere, a cui esprimere il loro affetto, la loro amicizia. Non c’è più bisogno di una tomba, né dei teli e del sudario: tu sei risorto e vivi nella gloria di Dio. Ed ora puoi incontrare ogni uomo e ogni donna disposti ad accoglierti, ad aprire il cuore al tuo Vangelo. Ora per tutti coloro che sono pronti a lasciarsi sorprendere da Dio si apre la porta della fede. Ed è così che Giovanni, l’amato, ma anche colui che si è lasciato amare e ti ha seguito fino alla croce, approda alla gioia del credente.

 

 BUSTA PASQUALE PER L’OFFERTA STRAORDINARIA

 

La busta va deposta nel contenitore al centro della Chiesa. Ricordiamo che le offerte raccolte andranno per il prossimo rifacimento dell’impianto di riscaldamento del Duomo. Grazie per la generosità.